Chiavari Nuoto-Locatelli

Chiavari Nuoto- U.S. Locatelli 4-5 ( 0-1;0-2; 3-1;1-1 )

Chiuavari N. Cavo, Pagliuchi, 2 ,Lanzi, 1 ,Mangiante ,1,Barrile ,Zatti ,Laurita ,Raineri ,Romanengo ,Raffo, Bussone, Paganin.All. Pisano

U.S. Locatelli: Celli, Borghini, Bucceri ,Di Lorenzo ,Gilardo ,Nebbia ,Cognatti ,1, Russo, 2 ,Ferretti, 1 ,Carlascio A., Cornacchia, 1, Stagno , Carlascio E. All. Picasso.

Arbitro:Tornese di Milano

Superioriaità numeriche:Chiavari Nuoto 2/3, Locatelli 0/7

Espulsioni definitive. Nel s.t Barrile(C) per gioco violento, nel q.t Cognatti (L) per gioco violento , Pagliuchi(C) per raggiunto limite di falli

Spettatori: 200

Nemmeno a dirsi, ma Chiavari Nuoto si presenta all’appuntamento del sabato assai rimaneggiata, oltre che incompleta. Mancano Mancuso (problemi alla tonsille, ), il secondo portiere, Grassi Lucetti e Carli colpito in serata da shock anafilattico, poi dimesso,ma impossibilitato a scendere in acqua.. Così Pisano è costretto a presentarsi senza mancino e con soli 12 uomini in distinta, regalo grosso in termini di minutaggio e forza fisica a quotati avversari come la Locatelli. In più Barrile arriva all’ultimo minuto per impegni lavorativi.

Prima frazione abbastanza sonnacchiosa, in cui la Locatelli si presenta due volte al tiro , in entrambi i casi con bella intuizione di Cavo( una ad uomo in piu) L ‘occasione più ghiotta e’ però per i locali, che con Ranieri colpiscono la traversa e la nuca di Celli (ma non oltre) , due due metri.

Arriva il vantaggio degli ospiti. Tiro dalla distanza di Cognatti che chiude cosi’ il primo tempo, con l’aggravante per la squadra di Picasso di aver fallito anche la seconda superiorità numerica per arrotndarewv (allafine il tallone d ‘ Achille della Locatelli)

Nasce da una controfuga a seguito di un attacco murato il 2-0 per i genovesi . Lo segna Ferretti da posizione-uno ,che batte Cavo, protagonista fino a quel momento di altri tre interventi, molto più impegnato del collega dirimpettaio, Celli .

A questo punto la gara assume una piega diversa, peggiorativa per i locali. Scaramuccia a centro-vasca. Barrile perde la palla due volte forse con fallo non rilevato, si innervosisce su Borghini. Nella schiuma che esce Tornese vede un gioco violento del chiavarese, espulso con sostituzione. Fino ad allora in fase di attacco per lui solo un ‘alzo e tiro’, con ritardata esecuzione…ma pur sempre punto di riferimento dell’attacco. La forza penetrativa della Chiavari nuoto è ora ridotta al minimo. Lo 0-3 è consequenziale : segna Russo.

E’ la differenza nelle superiorità numeriche a determinare il terzo tempo. Mentre la Locateli per ora non ne ha trasformate, la Chiavari nuoto riapre la gara , trasformandone due consecutive a fallendo la terza per poco In occasione della prima delle due la piscina esplode in un polemico applauso verso Tornese che decreta il primo allontanamento a favore dei locali dopo oltre 18 minuti.

Mangiante e Pagliuchi , quindi, riaprono la gara ,portandola sul 2-3 .Cornacchia ristabilisce le distanze per la Locatelli, poi Pagliuchi accorcia in maniera spettacolare. Mancano due secondi, da posizione uno inventa una colomba lunga e precisa che termina la corsa nel sacco dopo il fischio, ma con tiro partito prima.La Chiavari c’ è ,nonostante tutto.

Sull’onda dell’entusiasmo Chiavari raggiunge per la prima volta un insperato pareggio . Segna Lanzi con tiro dalla distanza, con una delle sue classiche conclusioni a sorpresa.

Tornese compensa l’espulsione di Barrile con quella di Cognatti, con identica motivazione. Ma poco dopo per un fallo in attacco evitabile anche Pagliuchi incorre nell’ allontanamento definitivo , per somma di ammonizioni .

La Chiavari nuoto non ha più risorse per segnare, ma vorrebe tenere stretto il pareggio faticosamente conquistato.

Il gol dalla distanza di Russo della Locatelli ,che spolvera la quadrella determina il 4-5 definitivo verso una Chiavari ormai incapace di reagire, ma autrice di una prestazione di coraggio e perdente di una sola lunghezza come tante volte è accaduto quest’anno .

Nota positiva. Sono i giovanissimi provenienti dalle giovanili a tenere a galla i verde blu: Lanzi, Pagliuchi, Mangiante…uno sprone per la politica futura ricercata pervicacemente da Ghio e Zadra.

Finisce con un po’ di contestazione verso l’arbitro ritenuto influente nel risultato in una gara assai meno cattivas di quanto si potrebbe desumere dalle espulsioni in tabellino

Le voci da brodo vasca

Pietro Mangiante,centrovasca Chiavari Nuoto.

Fa male perdere così . Siamo stati penalizzati, avevamo una formazione rimaneggiata, eppure abbiamo combattuto fino alla fine, conquistando un pareggio che era insperato dopo lo 0-3 iniziale.

Si, sono stato io a dare inizio alla rimonta. Su quella palla in superiorità numerica non ho pensato a niente altro che a tirare con la massima forza.

Il cognome, quello di mio zio ,è di quelli pesanti, è vero. Ma per me è uno sprone ancora maggiore per giocare sempre al massimo ed onorare questo casato di illustri pallanuotisti.”

Leave a Comment