NGM Firenze Chiavari Nuoto tabellino, commento e dichiarazioni

NGM Firenze. Chiavari Nuoto 7-7 (2-1, 1-2,3-1,1-3 )

Firenze : Foroni, Cocchi, Adinolfi 1 , Tribuzio ,1 , Staffi, 2, Degl’Innocenti, 1, Simonti ,1, Mazzoni, Ramacciotti 2, Ciatti, Picchi 1

All. Solfanelli .

Chiavari Nuoto: : Cavo, Pagliuchi, 3, Lanzi , Carli, 1, Mangiante, Durli, Zatti, 2, Chiavaccini 1, Raineri, Romanengo, Raffo, Bussone, Grassi-Lucetti. All Pisano

Arbitro Barra

Superiorità numeriche Friensze 2 /5 piu u1 rigore, Chiavari 1 su 6

Spettatori 150

Sospiro di sollievo alla fine per Chiavari Nuoto, per il fatto di avere conquistato un punto, che negli ultimi 20 secondi pareva irrimediabilmente perso, ed aver confermato la posizione di penultimo in classifica , avendo lasciato alla spalle proprio quel NGM Firenze ,oggi incontrato nella sfida diretta e che è sempre stato in vantaggio , due volte in breack di due goals, ma puntualmente raggiunto dalla squadra di Pisano

Cosi’ la interpretano Danilo Ghio e Claudio Zadra,presidente e vice presidente dei liguri, ,presenti a Bellariva, che non hanno voluto lasciare soli i ragazzi verde blu in un momento cosi’ delicato.

Andrea Pisano , invece, storce la bocca per la mancata vittoria ( che nell’ultimo minuto di gara, contrastatissimo, avrebbe anche potuto arrivare,) vanificata pero’ da un comportamento del settore arretrato un po’ più permissivo rispetto alle ultime partite ,in cui ha funzionato molto bene, tanto da regalare qualche gol con troppa facilità agli avversari .

Subito vantaggio dei locali con Adinolfi, pareggio immediato del mancino Carli e 2-1 di Staffi con cui si chiude la prima frazione a favore dei fiorentini.

In inizio di ripresa , primo doppio vantaggio per i fiorentini e prima rimonta dei chiavaresi, che si portano sul 3-3.

Nel terzo tempo nuovo vantaggio locale e nuovo pareggio degli ospiti.

Sul 4-4 , secondo breack dei toscani che con le reti di Simonti e Ramacciotti sembrano aver chiuso la partita.

Chiavari Nuoto vanifica pero’ per la seconda volta il -2 ,ma quasi in chiusura di gara subisce il 7-6. Il gol del definitivo pareggio è di Pagliuchi, che Pisano definisce ‘croce e delizia’ , nel senso che alterna giocate ed invenzioni molto buone a qualche ingenuità di troppo, frutto forse della giovanissima età.

Negli ultimi 30 secondi di gara tutto potrebbe essere vanificato. Palla in possesso di Chiavari nuoto che la perde per ingenuità ,tutta sbilanciata in avanti; palla conquista dal Firenze e rilancio in controfuga all’uomo rimasto da solo nella metà vasca verso Cavo. Il portierone verde-blu riesce però con destrezza a non perdere le gambe e a rintuzzare l’attacco uno-contro-zero avversario (molte finte, ma conclusione a rimbalzo fuori) e a regalare alla sua squadra un ‘ennesima forte emozione, sommata al tiro di rigore ,sul quale a metà gara è rimasto imbattuto.

Dichiarazioni del dopo partita

Claudi Zadra, vice presidente Chiavari Nuoto:

Dobbiamo vedere il bicchiere mezzo pieno. Poco tempo fa avevamo un solo punto in classifica,che ci trascinavamo dietro dalla prima giornata’. Ora ne abbiamo parecchi di più
E’ il frutto del lavoro che tutti insieme stiamo facendo da tempo e che ci sta dando risultati, Ora dobbiamo misurarci anche con i risultati delle altre. E’ brutto dover pensare in questi termini, ma purtroppo è la realtà . Bravi ragazzi, mi hanno regalato belle emozioni”

Andrea Pisano , Allenatore Chiavari Nuoto

“ Abbiamo affrontato una partita che si è rivelata esattamente come avevo previsto. Noi eravamo reduci da alcune belle prestazioni, da una vittoria chiara ed importante per la classifica, ma abbiamo affrontato una gara con caratteristiche diverse.

Infatti rispetto a sette giorni fa non c’ era Barrile, si giocava fuori casa, in una piscina difficile, con un avversario più aggressivo, legittimamente, del Vigevano… In più mettici pure la stanchezza del viaggio.

Tutte queste difficoltà hanno fatto sì che abbiamo regalato dei gol con estrema facilità e abbiamo rinunciato ad una possibile vittoria che ci avrebbe staccato molto dal Firenze e ci avrebbe risucchiato in alto.

Invece è andata bene che abbiamo pareggiato e dobbiamo ringraziare Cavo che ha salvato il risultato alla fine, altrimenti tutta la fatica per guadagnare un punto sarebbe stata sprecata. “